Mini Cooper SE Cabrio – Elettrica di buon gusto

La nuova Mini Cabrio a zero emissioni, è un gran bel modo per farsi venire il sorriso in faccia, una sorta di giocattolone per bambini cresciuti da esibire nelle località di mare più alla moda. Il punto è che, almeno per il momento, si tratta ancora di una concept che la Mini potrebbe decidere di mettere in produzione in un futuro non troppo lontano.

Alla pressione della tipica levetta d’avviamento sulla plancia, ovviamente, non si avverte nessun rumore. Il borbottio del 4 in linea turbocompresso della Cooper S, forse manca un po’, ma il bello deve ancora venire. Qui ci sono 184 cavalli e 270 Nm di coppia in tempo zero. Il cuore elettrico (di derivazione BMW) spinge molto bene e fino ai 100 orari lo sprint porta una certa voglia di sportività. Lo 0-100 km/h è di appena un secondo più lento rispetto alla sorella a benzina (7,7 secondi). La velocità massima, invece, è limitata a 150 km/h. L’energia arriva da un pacco batterie al litio a forma di T da circa 32,6 kWh. L’autonomia non è da record, ma almeno riesce a garantire circa 230 km dichiarati dalla Casa (nell’uso reale saranno un po’ di meno, in base all’uso che se ne fa).  

Con il peso tutto in basso e il baricentro ben vicino al suolo, l’handling non è affatto male, regalano un’ottima stabilità nei rapidi cambi di direzione. Lo sterzo, come da tradizione, è diretto, preciso ai piccoli angoli e comunicativo, tanto da far sentire con buona fedeltà ciò che passa sotto le ruote. Le curve si “chiudono una dietro l’altra. Senza il cambio a cui dover prestare attenzione, ci si può concentrare bene sulla guida chiudendo traiettorie precise: il muso punta rapido il punto di corda, il retrotreno non molla mai, incollato a terra a ogni uscita.

A tutto ciò, aggiungeteci il bello dell’elettrico: con la sua coppia istantanea i rettilinei, tra una curva e l’altra, non sono mai troppi lunghi. Agile, grintosa e bella pepata, la nuova Mini Cooper SE Cabrio reinterpreta quel go-kart feeling che forse negli ultimi tempi si era appena scolorito (con la presentazione di Mini Countryman), dandogli nuova vita. A capote aperta, poi, tutto assume un gusto più intenso. Bastano 18 secondi per aprirla del tutto.

Tornando al discorso batteria, visto che la taglia è piccola non richiede tempi biblici per la ricarica: si va da un massimo di circa quattro ore con una wallbox da 7,4 kW fino a un minimo di 35 minuti (per rigenerare l’80% di batteria) con corrente continua a 50 kW. L’elettrificazione non ha impattato più di tanto sul peso della vettura: appena sopra i 1.400 kg.

Non ci sono ancora prezzi, dato che come già detto si tratta ancora di una concept, molto ben fatta, ma concept. Giusto per darvi un range di riferimento, la variante con il tetto, attualmente in vendita, ha un listino che attacca a 36.900 euro. Dovesse arrivare sul mercato, la Cabrio potrebbe costare qualche migliaio di euro in più, contando appunto il comparto batterie.

GruppoBonifacio

Il Gruppo Bonifacio nasce da un mix di professionalità e competenza che ha contribuito a rendere l'azienda il partner ideale nella la fornitura di soluzioni per la mobilità. Vendita, assistenza e noleggio per noi non rappresentano soltanto delle attività professionali, ma vere passioni di "casa"​. L'attenzione alle esigenze sempre in mutazione della clientela e la ricerca di soluzioni personalizzate e professionali, sono prerogative fondamentali del gruppo. Sempre a lavoro per proporre alla nostra clientela il servizio più completo, innovativo e sopratutto economico, presente sul mercato per soddisfare qualsiasi esigenza. Il nostro staff è a disposizione del cliente dal momento della stipula del contratto, fornendo assistenza tecnica presso i nostri uffici e tramite servizio clienti attivo 24H

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.