Restyling per la Skoda Fabia

Cresce nelle dimensioni e ha volumi equilibrati, superfici attraversate da lunghe nervature e linee decise, con i fari appuntiti full led che arrivano fino al bordo cromato della mascherina. I fanali (a led optional) in due parti, lo spoiler sul tetto e il lunotto molto inclinato con alette aerodinamiche laterali caratterizzano la parte posteriore. 

Grazie a dettagli come i cerchi studiati per offrire meno resistenza e il sottoscocca carenato, i progettisti sono riusciti a ridurre il coefficiente aerodinamico. Un ruolo importante lo svolgono anche le alette mobili, che parzializzano le prese d’aria nel paraurti anteriore quando il flusso è sovrabbondante rispetto alle necessità di raffreddamento.

Il cruscotto digitale , è un display configurabile di 10,25” e lo schermo di 8” o 9,2” del sistema multimediale. Inediti anche il “clima” automatico bizona e il parabrezza e il volante riscaldabili. Molti i particolari originali, come la scritta Fabia in bella evidenza nella palpebra del cruscotto, la linea ondulata sotto il display, le grandi bocchette di ventilazione rotonde e gli elementi colorati nella console centrale e nei braccioli delle portiere. Il volante a due sole razze e optional c’è quello a tre razze. 

La nuova Skoda Fabia consente di scegliere fra diversi sistemi multimediali. Quello con schermo tattile di 8’’ ha il vivavoce Bluetooth, sei altoparlanti e Android Auto e Apple CarPlay utilizzabili senza cavo; optional la piastra per la ricarica induttiva degli smartphone. Il sistema più ricco ha il display di 9,2” e la navigazione connessa a internet, con mappe memorizzate sul disco rigido da 64 Gigabyte; inoltre, fa da hotspot Wi-Fi, garantisce lo streaming musicale e ha la funzione di controllo gestuale di serie, mentre il controllo vocale online tramite l’assistente digitale che capisce 15 lingue è opzionale.

Di serie 7 airbag, compreso quello per le ginocchia del guidatore, e optional si possono avere anche i due laterali posteriori ; tra gli aiuti alla guida, c’è il Travel Assistant, che combina vari sistemi, incluso il cruise control adattativo e il mantenimento in corsia. A richiesta c’è anche il monitoraggio dell’angolo cieco evoluto, che riconosce fino a una distanza di 70 metri i veicoli che si avvicinano dalla zona posteriore e avvisa quando questi vengono a trovarsi nella zona non coperta dai retrovisori. E per rendere più facili le manovre, fa la sua comparsa su una Fabia il sistema di parcheggio semiautomatico Park Assist: funziona fino a una velocità di 40 km/h, indicando gli spazi adatti all’auto per dimensioni e controllando i movimenti dello sterzo durante la manovra.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *