EQS interni futuristici

La vera rivoluzione è il gigantesco schermo a tutta plancia Hyperscreen che sarà ordinabile a richiesta. Nella configurazione di base, la EQS avrà la stessa impostazione della nuova Classe S con schermo strumenti da 12,3” dietro al volante separato dal tablet verticale sospeso dell’infotainment, da 12,8”.

Nella variante con l’Hyperscreen, naturalmente, il peso della digitalizzazione sugli interni si fa preponderante: in questo caso, l’intera plancia viene sostituita da un unico schermo curvo ricoperto da una superficie di vetro con trattamento “gorilla glass” al silicato d’alluminio che corre da un montante all’altro, per tutta la larghezza dell’abitacolo (141 cm in totale) e che è stato prodotto tramite stampaggio a 650° C, con tecniche utilizzate nella fabbricazione di vetri ottici per la riduzione delle distorsioni.

Caratteristica dell’interfaccia dell’Hyperscreen è la logica “zero layer” che sottende i menu: l’intelligenza artificiale della EQS è in grado di portare sempre in primo piano le funzioni principali, in base alle necessità del contesto operativo, su una sorta di “strato zero”, appunto, senza la necessità di comandi digitali o vocali per cercarle nel sistema. Navigazione, telefonia e lettore media, naturalmente, la fanno da padrone nella maggior parte delle situazioni, ma per fare un esempio pratico la EQS è anche in grado di capire grazie ai dati Gps se ci si trova di fronte a una rampa o a un dissuasore per portare in primo piano la funzione di sollevamento dell’assetto.

A richiesta, in abbinamento all’impianto audio top di gamma Burmester Surround Sound System, saranno disponibili due diversi scenari sonori: Silver Waves, “sensuale e pulito”, e Vivid Flux, “cristallino, sintetico ma caldo” ai quali si aggiunge, tramite download over-the-air, lo sportivo Roaring Pulse, “intenso ed esuberante”. 

Chi siede dietro, si trova immerso in un’atmosfera a forte caratterizzazione digitale: anche in questa metà dell’abitacolo i touch screen sono tre (due da 11,6” dietro gli schienali anteriori più un secondo tablet Mbux identico a quello anteriore, asportabile e utilizzabile fuori dall’auto come un qualunque dispositivo Android) e consentono di condividere contenuti tra i vari passeggeri tramite semplici comandi swipe, oltre che di condividere e modificare le destinazioni di navigazione.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *