Continua il successo targato Toyota “Yaris”

La vera Full-Hybrid che dal 2012 è presente sul mercato automotive ha riconfermato il suo ruolo di leadership nel segmento B.

Prestazioni aumentate e consumi diminuiti, maggior sostegno elettrico, con il motore termico che resta spento più a lungo, la media generale in città va da 22,6 a 25,5 e in autostrada, da 12,5 a 15,5 km con un litro.

L’evoluzione del powertrain ibrido, con il termico che è sempre un 1.5 litri ma non ha più nulla da spartire col precedente, un tre cilindri che deriva dal quattro in linea di due litri a ciclo Atkinson delle varie Corolla e CH-R. È più potente di prima (92 CV contro 73), ma soprattutto è supportato ora da un’unità elettrica principale più prestante, 80 CV anziché 61. La potenza totale del sistema ammonta a 116 cavalli, sedici più di prima.

Il telaio ed il baricentro rendono piacevole e sicura anche a velocità più sostenute: è rapida nei cambi di direzione, si piega poco e trasmette sicurezza. In più, è migliorato anche, seppur di misura, il confort: è più silenziosa e le sospensioni assorbono meglio, pur con quelle posteriori che restano sempre piuttosto rigide.

Gli esterni più spigolosi e netti danno un senso di sportività che rendono questa compatta bella anche all’occhio, lunghezza pressochè invariata rispetto alla versione precedente, aumenta invece la larghezza di circa 5 cm esternamente e 3 internamente.

Display dell’impianto Touch 3, un otto pollici tattile che prevede anche alcuni comodi tasti fisici ai margini della cornice che fungono da scorciatoia. L’assistente vocale è di tipo classico, dunque vanno impartite istruzioni specifiche e ben precise, inclusi ci sono Android Auto e Apple CarPlay, nonché la ricarica wireless.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *